5

100 anni fa impazzava già la Prima Guerra Mondiale, arrivata dopo l’abbaglio delle villes lumières, dei porti lontani e delle loro merci coloniali, del vaniscente mondo della prima cinematografia.

Nove mesi per ripercorrere lo spensierato avvicinarsi all’inferno, iniziato quando la deflagrazione delle ostilità era ormai inevitabile, e – al quale – , il tributo  di sangue più alto lo hanno versato, come prevedibile, quelli che gli spensierati anni della belle époque non li vissero, perché troppo giovani o perché ne erano esclusi.

Se vuoi vedere il progetto…

Ripercorri con le foto questi mesi fiorentini dei Carissimi Padri...

02_sfw_first-family_gettyimages_90762489

Scopri il progetto dal lungo racconto della rassegna stampa

27b20f2fae9ff4fd6b105a209b313580

ISTRUZIONI PER NON MORIRE IN PACE

10NicolauJorge-side
1

Dopo il percorso modenese e cesenate promosso da Emilia Romagna Teatro Fondazione, approda alla Fondazione Teatro della Toscana  il progetto affidato a Claudio Longhi e al suo collaudato gruppo di lavoro: un anno, il 2016, per indagare insieme alla città di Firenze i 15 anni in cui lo spensierato ottimismo del 1900 ha ceduto il passo alla Prima Guerra Mondiale.

strilloni2

Per i nostalgici, i nuovi amici, oppure tutti i curiosi, ripercorri la prima tappa emiliano-romagnola di Carissimi Padri…, spulciando tra i Materiali modenesi.