Classe 1972, si diploma come attore nel 1995 alla Scuola di Teatro del Teatro Stabile di Torino diretta da Luca Ronconi e si perfeziona poi con Nikolaj Karpov, Valerio Binasco, Marco Baliani, Danio Manfredini, Antonella Bertoni. Lavora, tra gli altri, con Luca Ronconi (Verso Peer Gynt, I Fratelli Karamazov, Candelaio), Giancarlo Cobelli (Vita e Morte di Re Giovanni, Satyricon, Aspettando Godot), Glauco Mauri (Il Bugiardo), Marisa Fabbri (La Fabula di Orfeo), Mauro Avogadro (Lo stilita). Per il Teatro Stabile di Torino è Mercuzio in Romeo e Giulietta diretto da Jean-Christophe Saïs, e fra i protagonisti di Risveglio di Primavera di Wedekind, regia di Marco Plini e Les Escaliers du Sacré-Coeur di Copi, regia di Lorenzo Fontana. Collabora con l’ITC-Teatro di San Lazzaro in spettacoli come Operette Morali di Leopardi regia di Salvatore Cardone e Pane Quotidiano di Gesine Danckwart regia di Claudia Hamm. Recita ne Il Misantropo regia di Mario Perrotta, Le Mammole di Michel Marc Bouchard regia di Lorenzo Fontana e I Fisici di Dürrenmatt regia di Rosario Tedesco per il Teatro Stabile dell’Umbria. Dalla stagione 2010-2011 lavora con Emilia Romagna Teatro partecipando a La resistibile ascesa di Arturo Ui regia di Claudio Longhi, coprodotto dal Teatro di Roma e a Il ratto d’Europa (2013 e 2014, co-produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro di Roma). È stato formatore per il progetto di alta formazione artistica, promosso da ERT Fondazione, Accademia Filarmonica di Bologna e CUBEC Accademia di Belcanto di Mirella Freni, Raccontare il territorio: per un’idea di teatro condiviso (2013-2014). Nell’autunno 2014 ha lavorato nella commissione artistica-organizzativa del progetto Beni Comuni Un teatro partecipato, per una cultura condivisa, finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e promosso dal Comune di Carpi in collaborazione con ERT Fondazione e ATER.