Nata ad Amatrice (Ri), ha studiato con il M° Corrado Rojac al Conservatorio “G. B. Pergolesi” di Fermo dove, nel 1998 si è diplomata a pieni voti e le viene conferita una borsa di studio quale migliore allieva e prima diplomata interna della classe di fisarmonica. Intraprende seminari e corsi di perfezionamento con nomi prestigiosi (Sergio Scappini – Italia, Frédéric Guérouet e Max Bonnay – Francia), che la portano ad affermarsi in concorsi nazionali ed internazionali, vincendo il 2° Premio al “Città di Genova” e “S. Bizzarri” di Morro d’Oro (Te) (1° non assegnato) ed il 1° Premio assoluto ai concorsi di Rocca S. Zenone (Tr), Rimini, Loreto (An), Recanati (Mc) e Pescara. Nel 1997 ha rappresentato l’Italia al XLVII Trofeu Mundial d’Acordió (47° Trofeo Mondiale di Fisarmonica) a Escaldes – Engordany (Principato di Andorra). Ha frequentato il corso di Composizione nella classe del M° Italo Vescovo. Affianca all’attività didattica (docente presso l’Istituto Musicale “G. Spontini” di Ascoli Piceno) quella concertistica e teatrale, sia come solista sia in ensemble, in Italia e all’estero (Belgio, Svizzera, Ungheria, Russia). Ha registrato per l’Aulos Recording di Rimini, Rai International, Rai Uno, RTR Rieti. È fisarmonicista di scena e curatrice degli arrangiamenti musicali nello spettacolo teatrale La resistibile ascesa di Artuto Ui di Bertolt Brecht, prodotto da Emilia Romagna Teatro e Teatro di Roma, regia di Claudio Longhi e, successivamente, del progetto Il ratto d’Europa (2013 e 2014, co-produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro di Roma). È stata formatrice per il progetto di alta formazione artistica, promosso da ERT Fondazione, Accademia Filarmonica di Bologna e CUBEC Accademia di Belcanto di Mirella Freni, Raccontare il territorio: per un’idea di teatro condiviso (2013-2014). Nell’autunno 2014 ha lavorato nella commissione artistica-organizzativa del progetto Beni Comuni Un teatro partecipato, per una cultura condivisa, finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e promosso dal Comune di Carpi in collaborazione con ERT Fondazione e ATER.