Molte cose sono in una cosa

base-modo

Sulla scia del ciclo di lezioni-spettacolo Teatro della Storia vs Storia del teatro, e “travestendo” in chiave Grande Guerra il dramma didattico Gli Orazi e i Curiazi di Bertolt Brecht (brillante esercitazione teatrale e politica immaginata nel 1934 dal celebre drammaturgo di Augusta per attori/spettatori-studenti), la mise en éspace «Molte cose sono in una cosa» intende ripartire dalla leggenda antica dei tre campioni di Roma opposti ai tre avversari della città di Albalonga per tentare di meglio mettere a fuoco (straniandole opportunamente) le tremende conseguenze di ogni fascinazione bellica: quelle patite dai nostri Carissimi Padri… di inizio Novecento, forse non troppo diverse,mutatis mutandis, da quelle che, oggi, minacciano noi. Talvolta, infatti, era solito ripetere “il povero B.B.”, guardando le cose di lontano, le si vede decisamente meglio…


Repliche aperte al pubblico

Martedì 24 novembre 2015, ore 21
Pala Round Table, Via del Molino, 232 — San Felice Sul Panaro (MO)

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Mercoledì 25 novembre 2015, ore 21
Teatro Tenda, Campo Robinson (viale Stazione) — Finale Emilia (MO)

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Sabato 19 dicembre 2015, ore 20
Teatro delle Passioni, viale Carlo Sigonio, 382 — Modena

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Domenica 20 dicembre 2015, ore 17.00
Teatro delle Passioni, viale Carlo Sigonio, 382 — Modena

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.

 

 

Repliche riservate alle scuole

Lunedì 23 novembre 2015, ore 10,30
Auditorium I.I.S. “A. Paradisi”, Via della Resistenza, 700 — Vignola (MO)

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Venerdì 27 novembre 2015, ore 11,00
Centro Pandurera, Via XXV Aprile, 11 — Cento (FE)

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Sabato 28 novembre 2015, ore 11,00
Cinema Teatro Walter Mac Mazzieri, — Pavullo (MO)

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Martedì 15 dicembre 2015, ore 11
Teatro delle Passioni, viale Carlo Sigonio, 382 — Modena, Italia

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Mercoledì 16 dicembre 2015, ore 11
Teatro delle Passioni, viale Carlo Sigonio, 382 — Modena, Italia

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Giovedì 17 dicembre 2015, ore 11
Teatro delle Passioni, viale Carlo Sigonio, 382 — Modena, Italia

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.


Venerdì 18 dicembre 2015, ore 11
Teatro delle Passioni, viale Carlo Sigonio, 382 — Modena, Italia

«Molte cose sono in una cosa» – Uno straniamento brechtiano

Regia: Claudio Longhi
Assistente alla regia: Giacomo Pedini
Con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Simone Tangolo
Alla fisarmonica: Olimpia Greco

Ingresso con biglietto fino a esaurimento posti.