Il progresso… è servito! Una belle époque di miti e illusioni

3

Ciclo di letture con musica

“Ecco il tempo della civiltà trionfante! Ecco il tempo in cui finisce ogni antica barbarie!”

“Il telefono, l’automobile, l’aereo, il cinematografo, l’efficentissima ‘catena di montaggio’: la tecnologia regala una meraviglia via l’altra e l’abbondanza regna sovrana… il pianeta è finalmente sotto la saggia mano dell’uomo europeo (o – se va male – americano), che si accinge a godere di questa cuccagna infinita… Una Grande Guerra? Impossibile si dirà!” Eppure…

Dagli ultimi (e sorprendenti) ritrovati della tecnica, ai nuovi e frenetici ritmi di lavoro, dalle terre felici (ideali o reali) vagheggiate dalle crescenti masse, agli inquietanti futuri immaginati da artisti e romanzieri, un ciclo di letture e musiche dedicato a rievocare, attraverso le parole degli scrittori e le note dei musicisti dell’epoca, quelle illusioni e quei miti che un secolo fa portarono l’uomo europeo, folle e incosciente, dentro al baratro della prima Guerra mondiale.


Info
centrostudi@teatrodellatoscana.it


Domenica 26 giugno 2016, ore 21.15

Corri! Produci! Risparmia!
Prontuario per la (nevrastenica) vita moderna

con: Simone Francia e Lino Guanciale

 


Sabato 2 luglio 2016, ore 17.00 e replica ore 18.30

Kinétographe
L’oscuro occhio della macchina

con: Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Simone Francia, Simone Tangolo

e alla fisarmonica: Olimpia Greco

in collaborazione con: Le Murate. Progetti Arte Contemporanea

 


Martedì 12 luglio 2016, ore 21.15

 

Rotta su Schlaraffenland
Anche al popolo il suo bengodi 

con: Nicola Bortolotti e Simone Tangolo


e con
Filarmonica “Vincenzo Bellini” diretta dal M° Luigi Giordano


in collaborazione con
: Comune di Scandicci